CLAUT 2011 - Neve in quota, si cambia il programma (IT)

Quasi un metro di neve in quota, per la sicurezza e per lo spettacolo si cambia il programma dei Campionati Mondiali. La “sprint” slitta a mercoledì mentre martedì di correrà la “vertical” per tutte le categorie.

Questa mattina Adriano Greco direttore di percorso e Sergio Buricelli hanno accompagnato la giuria della Federazione Internazionale ISMF composta da Antonie Cina, Stefano Mottini e Feliu Izard nel comprensorio del Piancavallo per il primo sopralluogo operativo.

Le condizioni del manto nevoso dopo le precipitazioni della notte scorsa hanno fatto registrare circa venti centimetri a Claut, novanta centimetri in quota verso Casera Padut e altrettanti sulle piste del Piancavallo. La giuria e i responsabili tecnici dei Campionati hanno deciso di cambiare il programma dei Campionati Mondiali per motivi di sicurezza e per aumentare lo spettacolo della gara sprint. Sabato mattina invece di disputare la gara “sprint” a Claut, saranno previsti solamente degli allenamenti, non ha subito nessuna modifica il protocollo della cerimonia d’apertura al Palaghiaccio di Claut.
La “sprint” sarà recuperata mercoledì mattina e la gara “vertical” per le categorie giovanili precedentemente inserita in programma sarà accorpata alla “vertical” senior di martedì. Sono invece confermate, come da programma ufficiale la gara a squadre di domenica mattina, e la gara individuale giovani che si correrà lunedì. Gli ultimi due giorni, giovedì (gara individuale senior) e venerdì (staffetta) non hanno subito alcuna modifica.
“Abbiamo preso questa decisione - ha riferito Sergio Buricelli – in accordo con la giuria internazionale, siamo convinti che sia stata la scelta più giusta presa in base agli apporti di neve fresca che abbiamo avuto sia in paese sia in quota. Le partenze delle gare “vertical” a Piancavallo sono altamente spettacolari. Il percorso partirà dalla Busa del Sauc, proprio nel cuore del polo sciistico e salirà in parte in pista (Salomon) e in parte in ambiente. Abbiamo dovuto abbassare il dislivello delle competizioni perché in quota c’è pericolo di valanghe”.
Il direttore del polo sciistico di Piancavallo, Enzo Sima, ha confermato la piena collaborazione per questo cambio di programma e inoltre ha dato la possibilità agli atleti di allenarsi lungo la pista, creando un apposito corridoio di sicurezza. Per quanto riguarda gli allenamenti in vista delle gare in ambiente a Claut, gli atleti potranno salire solamente lungo la strada forestale che porta a Casera Pradut.
Non c’è stato solamente il sopralluogo a Piancavallo, una squadra di tracciatori, coordinata dalla guida alpina Riccardo Del Fabbro, è salita verso il Pradut per valutare la situazione del manto nevoso in quota. “Questa notte sono scesi circa novanta centimetri di neve, - ha detto Del Fabbro – stiamo attendendo l’evolversi della situazione. Abbiamo ipotizzato un percorso di circa 1900 metri di dislivello con tre salite e un tratto a piedi a circa metà della seconda salita. Venerdì sera decideremo il tracciato definitivo”.

Responder

El contenido de este campo se mantiene como privado y no se muestra públicamente.
  • Allowed HTML tags: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Saltos automáticos de líneas y de párrafos.
  • Images can be added to this post.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.

Más información sobre opciones de formato