09-10/04: Tour du Rutor (IT)

Mireia MiroMireia MiroClassifica
Due valdostani sul podio più alto del Tour du Rutor 2011: Denis Trento e Gloriana Pellissier, entrambi del Centro Sportivo Esercito. Il primo in coppia con Matteo Eydallin, la seconda con la super spagnola Mireia Mirò. Una festa dello sport anche per i giovani. Lo Sci Club Corrado Gex vince la sfida e l’organizzazione fa centro: in un anno con poca neve e temperature alle stelle non era facile preparare due tappe extrême. E l’anno prossimo il “Rutor” sarà Grande Course!

Stamattina la temperatura a Planaval (Arvier, Provincia di Aosta, Italia) era più fresca di ieri a “Valgrisa” (così la chiamano in ‘slang’ i ragazzi dello ski alp). E alle 6:30, con l’alba che accennava un chiarore, centinaia di “scudieri” con gli sci infilati negli zaini come lance al cielo, si sono scagliati verso la montagna a piedi. Per chi, dall’alto, li vedeva arrivare, sembrava di assistere a una scena tratta dal Signore degli anelli. Con la differenza che questa è realtà, non mitologia, e che questa è una festa dello sport, non una guerra. E la festa è riuscita. Poi gli scudieri in pelle di foca hanno calzato gli sci, un centinaio di metri più in alto, dove la neve lo permetteva. E alé, per quasi 1300 metri di dislivello, tanti ne assommava la prima salita. Alla quale ne sono seguite altre due: la seconda di 800 metri, la terza di 200. Con tutti gli ingredienti che piacciono agli appassionati: le inversioni, la cresta, il canale, le rocce impastate di neve da artigliare coi ramponi. Ad ogni culmine il cambio di assetto con le sciabolate delle pelli che si tolgono a menadito, lo schiocco dello scarpone che si blocca nella talloniera e giù, “a chiodo”, tanto per restare allo slang.
Hanno vinto i favoriti della vigilia, il valdostano di casa Denis Trento, detto “Il biondo”, e il valsusino Matteo Eydallin “Eyda”. Una conferma che va a scrivere i loro nomi nell’albo d’oro di due edizioni consecutive del Tour. E poi, nota di non poco conto, si tratta di due italiani, il che non era così scontato considerate le 8 nazioni rappresentate (Italia, Francia, Svizzera, Spagna, Austria, Germania, Slovenia, Liechtenstein. Dietro di loro, che dovevano amministrare gli oltre 3’ di vantaggio acquisiti ieri nella prima tappa, l’hanno spuntata meritatamente due giovanissimi valtellinesi: Robert Antonioli e Michele Boscacci, che oggi hanno tagliato il traguardo con meno di

1’ di ritardo sui due portacolori della nazionale azzurra.

Fra le donne Gloriana e Mireia hanno vinto a mani basse, considerato il ritiro odierno delle rossocrociateGabrielle Magnenat e Marie Troillet (“sorella d’arte” del campione Florent, ormai ritirato dalle competizioni). D’altro canto la mezzora di vantaggio portata in dote dal team italo-spagnolo non lasciava presagire scossoni di alcun tipo. Anche oggi un lusinghiero 16° posto assoluto il loro, considerando il ranking maschile. Roba da far vacillare l’orgoglio virile di molti uomini!
Last, but not least, i giovani, cioè il futuro. Per lo Sci Club Corrado Gex un cardine fondamentale della propria filosofia e della propria azione quotidiana. Fra gli juniores, già all’opera ieri, si sono confermati gli italiani Nadir Maguet e Stefano Stradelli e le francesi Louise Borgnet e Axelle Mollaret. Fra i cadetti – in gara solo oggi - prevalgono invece Silvio Bardea e Simone Puricelli. Avanti così ragazzi: siete voi lo ski alp di domani!

CLASSIFICHE 2° TAPPA E FINALI TOUR DU RUTOR 2011 (10 aprile 2011)

SENIOR MASCHILE
1. Matteo Eydallin (Ita) – Denis Trento (Ita) 2h:42’:45” (I tappa) 2h:36’:14” (II tappa) 5h:18’:59” (totale)
2. Robert Antonioli (Ita) – Michele Boscacci (Ita)2h:46’:00” (I tappa) 2h:37’:11” (II tappa) 5h:23’:11” (totale)
3. Xavier Gachet (Fra) – Alexis Sevennec (Fra) 2h:47’:17” (I tappa) 2h:37’:16” (II tappa) 5h:24’:33” (totale)
4. Filippo Beccari (Ita) – Nejc Kuhar (Slo) 2h:45’:58” (I tappa) 2h:41’:39” (II tappa) 5h:27’:36”(totale)
5. Francois Cazzanelli (Ita) – Matheo Jacquemoud (Fra) 2h:54’:56” (I tappa) 2h:41’:52” (II tappa) 5h:36’:48” (totale)

SENIOR FEMMINILE
1. Mireia Mirò (Spa) – Gloriana Pellissier (Ita) 3h:08’:18” (I tappa) 3h:03’:15” (II tappa) 6h:11’:33” (totale)
2. Alessandra Gianatti (Ita) – Katia Tomatis (Ita) 3h:54’:04” (I tappa) 3h: 43’:08” (II tappa) 7h:37’:12” (totale)
3. Raffaella Gianotti (Ita) – Micol Murachelli (Ita) 4h:20’:14” (I tappa) 4h:01’:33” (II tappa) 8h:21’:47” (totale)

Invia nuovo commento

Il contenuto di questo campo è privato e non verrà mostrato pubblicamente.
  • Allowed HTML tags: <a> <em> <strong> <cite> <code> <ul> <ol> <li> <dl> <dt> <dd>
  • Linee e paragrafi vanno a capo automaticamente.
  • Images can be added to this post.
  • Web page addresses and e-mail addresses turn into links automatically.

Maggiori informazioni sulle opzioni di formattazione.